statua Madonna di Trapani - Lacrotech

Scansione 3D della riproduzione della Madonna di Trapani

Recentemente, abbiamo realizzato una scansione 3D della riproduzione della statua della Madonna di Trapani utilizzando la tecnologia 3D Artec. Grazie alla precisione dello scanner 3D Artec Space Spider, abbiamo ottenuto una replica fedele del modello in scala dell’opera originale. 

Questa copia perfetta può essere utilizzata per diversi scopi, tra cui la conservazione dell’opera d’arte sacra, nonché la diffusione della sua bellezza e importanza culturale.

La richiesta: scansione tridimensionale della riproduzione della statua della Madonna di Trapani

Un nostro cliente marmista ci ha avanzato la richiesta di eseguire una scansione tridimensionale di un modellino in gesso raffigurante la Madonna di Trapani, le cui ridotte dimensioni (circa 15 cm) e la complessità dei dettagli richiedevano un approccio particolarmente scrupoloso e preciso. 

statua Madonna di Trapani - Lacrotech

 

La statua originale, situata nella Basilica santuario di Maria Santissima Annunziata, è un’icona della religione cattolica che ha ispirato la devozione dei fedeli per molti secoli. Raffigura la Vergine Maria in piedi, con il braccio sinistro che regge Gesù Bambino, mentre la sua mano destra è protesa verso il Figlio che accosta la sua mano al seno della Madre.

Quest’opera d’arte sacra in marmo pario, alta circa 1.65 metri, è considerata una delle più significative in Sicilia per il suo valore storico e culturale.

Le origini della statua sono antiche e misteriose, ma da alcuni scritti pervenuti pare sia stata creata nella bottega dei Pisano, in Toscana, e poi trasferita a Trapani nel 1342, in concomitanza con la costruzione della Chiesa trecentesca dell’Annunziata.

La sua bellezza ed il suo valore storico e culturale hanno spinto molti artisti ed artigiani a riprodurla nel corso degli anni, utilizzando diverse tecniche e materiali.

La commessa rappresentava quindi una sfida tecnica che richiedeva un elevato livello di attenzione e professionalità. 

La nostra soluzione: digitalizzazione della statuetta con lo scanner 3D Artec Space Spider

Per garantire la massima precisione nella scannerizzazione della statuetta abbiamo deciso di utilizzare lo scanner 3D Space Spider di Artec, di cui siamo rivenditori autorizzati e certificati per l’Italia.

Grazie alla sua tecnologia blue light, infatti, questo scanner ad alta risoluzione è in grado di catturare anche i dettagli più minuti degli oggetti, senza la necessità di utilizzare marcatori.

Grazie alla sua precisione fino a 0.05mm ed alla capacità di catturare superfici complesse, bordi affilati e sottili sporgenze in alta risoluzione, lo scanner 3D Artec Space Spider è uno degli strumenti più accurati ed affidabili sul mercato per la digitalizzazione 3D di oggetti con dettagli intricati come la statuetta in questione. 

Il dispositivo è leggero ed estremamente facile da usare e ci ha permesso di scansionare l’oggetto in maniera scrupolosa: è bastato puntarlo verso l’oggetto, proprio come si farebbe con una videocamera, e scansionarlo con movimenti lenti. L’accuratezza della scansione è dovuta anche alla stabilizzazione intelligente della temperatura, che gli permette di mantenere la precisione anche in condizioni ambientali diverse, adattandosi in soli 3 minuti. 

Potete osservare il risultato del nostro lavoro quì sotto.

Applicazione e vantaggi del 3D nell’arte sacra

L’applicazione della scansione 3D nell’arte sacra rappresenta una grande opportunità per preservare e valorizzare il patrimonio culturale e religioso delle comunità. 

Grazie alla scansione 3D è possibile ricostruire in modo preciso e dettagliato le opere d’arte sacra, e dell’arte museale in generale, che rischiano di andare perdute a causa del tempo, dell’usura e di eventi catastrofici. Ha quindi uno scopo divulgativo essenziale per la società. 

Inoltre, la riproduzione in 3D consente di creare copie fedeli, con materiali diversi, delle opere d’arte sacra che possono essere utilizzate per scopi didattici, museali o liturgici, senza correre il rischio di danneggiare l’originale.

Alla luce di queste considerazioni, possiamo ritrovare 4 benefici della scansione 3D applicati all’arte sacra. Vediamo quali. 

 

  1. Conservazione nel tempo dell’opera originale

La tecnologia della scansione 3D può costituire un efficace strumento per la salvaguardia dell’arte sacra: con l’acquisizione di una rappresentazione digitale tridimensionale dell’opera, si potrà riprodurre il modello originale in qualsiasi momento, consentendo così di preservare l’originale in un luogo sacro per molte generazioni.

Un esempio di come l’applicazione della scansione 3D possa aiutare a preservare le opere è quello della statua della Madonna di Lourdes nella Grotta di Massabielle, in Francia. La statua originale, realizzata nel 1864, ha subito numerosi danni nel corso degli anni a causa di fattori ambientali come l’umidità e le intemperie. Per preservarla, è stata sostituita con una replica che, come l’originale, non è immune ai segni del tempo. 

Tuttavia, grazie alla scansione 3D, sarebbe possibile creare una copia digitale dell’originale, che può essere facilmente stampata in 3D nel caso in cui quella esposta subisca dei danni. Ciò eviterebbe la necessità di dover ristrutturare la statua già esistente, offrendo così una soluzione più efficiente e duratura per la conservazione di questo importante patrimonio artistico e religioso.

 

  1. Applicazione nell’arte funeraria

La scansione 3D consente di impiegare la copia di un oggetto artistico sacro nell’arte funeraria. Per esempio, se una persona desidera creare una tomba o una cappella utilizzando una statua della Madonna, o di un altro Santo, come oggetto ornamentale è possibile scannerizzare il modello originale e riprodurlo in modo molto più facile e preciso rispetto alla creazione di una copia da zero. 

Ciò consente di preservare l’originale e di utilizzare la replica in modo creativo in contesti diversi, per esempio per creare un monumento funerario personalizzato. 

  1. Condivisione online dell’oggetto 

Riproduzione non soltanto fisica, ma anche virtuale: la condivisione dell’oggetto artistico sacro attraverso canali online consente di raggiungere un pubblico più ampio e di far conoscere l’arte sacra a persone che non possono visitare personalmente il luogo in cui si trova la statua. 

Questo aspetto è particolarmente importante in contesti in cui l’arte sacra ha un forte valore culturale e storico e contribuisce alla diffusione della conoscenza e della comprensione di tali opere. Inoltre, la condivisione online consente di preservare l’oggetto artistico nel tempo, rendendolo accessibile a generazioni future.

  1. Accessibilità per persone non vedenti o ipovedenti

La creazione di una copia tattile dell’oggetto artistico sacro può avere anche una funzione di inclusività, perché la cura nei dettagli della riproduzione consente anche alle persone cieche o ipovedenti di comprenderne appieno la forma e la consistenza. Questo aspetto è particolarmente importante in contesti religiosi in cui l’accessibilità e l’inclusione sono considerati valori fondamentali.

Valorizzazione dell’arte sacra attraverso la scansione 3D grazie a Lacro Tech 

La scansione 3D rappresenta un’innovazione tecnologica sempre più importante per la valorizzazione dell’arte sacra e museale. Grazie all’uso della scansione 3D, siamo in grado di preservare e condividere opere d’arte di inestimabile valore che rischiano di andare perdute nel tempo. 

Nel caso in cui siate interessati ad approfondire ulteriormente le potenzialità offerte dalla scansione 3D per la salvaguardia del patrimonio artistico, o per altre applicazioni, compilate il form qui sotto.

Proseguendo, dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy (Dichiarazione sulla Privacy)